L’azienda

Qualità e Servizi
PER UN VINO MIGLIORE
  • STORIA

    Al giorno d’oggi la vigna non é più a piede franco, ma piuttosto un delicato assemblaggio di una gemma e di un portinnesto.

    wine14LA NOSTRA STORIA

    La Filossera, originaria dell’Est degli Stati Uniti, nel 1864 portò devastazione nei vigneti europei, provocandone una gravissima crisi. Per sormontarla ci sono voluti più di trent’anni.

    I viticoltori e gli scienziati dell’epoca, completamente disarmati di fronte al disastro creato dall’insetto, scoprono una nuova via per combatterla: l’ibridazione.

    Tramite l’incrocio di Vigne americane ed europee, combinarono la resistenza alla Filossera delle prime alla tolleranza al calcare delle seconde.

    Dal 1876, Georges Couderc, senza dubbio uno dei più celebri ibridatori francesi, sposa le speci, per associare la robustezza delle varietà americane alla qualità delle Vigne autoctone, ottenendo così degli ibridi di Vigne americane et il riconoscimento del mondo viticolo.

    Nel 1880, fonda il suo vivaio viticolo e dal 1881, inizia la produzione dei portinnesti tanto attesi dalla viticoltura, piantando dei semi ottenuti incrociando un Riparia ed un Rupestris.

    Il suo successo rimane nel tempo e ancora oggi, molteplici portinnesti creati dallo scenziato, sono commercializzati in tutto il mondo, come il Couderc 3309 noto per la sua ottima resistenza alla filossera o il Couderc 1616, che presenta la più elevata resistenza alla salinità!

    Il lavoro di Georges Couderc ha contribuito non solo al superamento della crisi viticola provocata dalla Filossera ma anche alla creazione di una nuova professione!

    Prima della crisi, la vigna veniva moltiplicata per semplice taleaggio e non necessitava di alcuna tecnica particolare. Il bisogno di innestare su portinnesti resistenti, porta alla specializzazione di alcuni viticoltori che si perfezionano nella tecnica dell’innesto per diventare Vivaisti Viticoli.

    L’anno 1885 segna l’inizio dell’era del vivaismo viticolo moderno. Grazie a Georges Couderc che utilizza per la prima volta un’innestatrice.

    Conservando la stessa passione e la stessa curiosità i Vivai Viticoli MORISSON COUDERC continuano quest’attività, consapevoli che la scelta del portinnesto è alla base di ogni vigneto, nesso fondamentale fra terreno e vitigno, garante della stabilità della pianta e di una raccolta regolare e di qualità.

  • VALORI

    L’essenza stessa del nostro mestiere ci incita a limitare l’impatto sull’ambiente: lavoriamo la terra per trasmetterla come ci é stata trasmessa.

    É nel quotidiano che la nostra passione ci spinge ad una continua ricerca d’innovazione ed eccellenza, basandoci sui seguenti valori:

    • L’ASCOLTO

    Restare all’ascolto del mercato viti-vinicolo per rispondere al meglio anzi anticipare le attese e i bisogni dei nostri clienti.

    • IL PRAGMATISMO

    Trovare soluzioni concrete per rispondere alle problematiche dei nostri clienti, nel rispetto delle regole del mercato.

    • LA FLESSIBILITÀ

    Sapersi addattare continuamente ai cambiamenti: del mercato, dell’ambiente, economici e sociali e soprattutto offrire ai nostri clienti una grande reattività.

    • L’EFFICACIA

    Utilizzare la forza delle nostro gruppo e le risorse ambientali in maniera sostenibile per offrire dei prodotti e servizi con il miglior rapporto qualità/prezzo.

    Le nostre radici sono antiche e profonde,  come i nostri valori e responsabilità: é in questo modo che continueremo a crescere in modo sano, vigoroso e duraturo, generando benefici per tutti gli attori coinvolti.

  • FILOSOFIA

    • Siamo coltivatori

    Cresciamo i nostri portinnesti e campi madre di gemme con pazienza e passione.

    • Siamo costruttori

    Sfruttiamo tutta la nostra conoscenza nella creazione delle nostre barbatelle, dei vostri vigneti e vini.

    • Siamo ammiratori

    Anno dopo anno, rimaniamo incantati di fronte al miracolo nei nostri campi e infine nei vostri bicchieri

    Nel corso dei decenni, i vivai viticoli Morisson Couderc hanno dimostrato che la qualità del vino è il risultato della combinazione di 3 attori principali : il vivaista, il viticoltore, l’enologo.